INTERVENTI DEL SINDACO
Il Sindaco Scrive - Dicembre 2015

Il Sindaco Scrive - Dicembre 2015

Siamo alla fine di un anno importante per le molte ricorrenze celebrate sia a livello nazionale che locale: a Pecetto il centenario della “Festa delle ciliegie” ha attirato molti visitatori che, grazie al contributo della Facolt, dei Frutticoltori, della Proloco e delle Associazioni pecettesi hanno potuto apprezzare i nostri eccellenti prodotti e le molte iniziative proposte, con grande visibilità anche su importanti giornali.

E’ stato un anno che ha anche visto un’apertura del Patto di Stabilità del 2014 che ci ha permesso di effettuare alcune importanti opere quali la riqualificazione energetica e il superamento delle barriere architettoniche nella scuola elementare. Con le opere di ristrutturazione degli immobili effettuate negli anni precedenti e gli interventi dell’Istituto Comprensivo, l’adeguamento al registro elettronico e l’introduzione delle LIM (lavagne interattive multimediali), il nostro plesso è ancora più accogliente ed efficiente per i ragazzi e si pone senz’altro all’avanguardia tra gli istituti scolastici. 

In questi ultimi mesi abbiamo risistemato e abbellito, nell’ambito del progetto “Scrigni d’argilla”, il marciapiede di via Umberto I rendendo il centro e la via che porta a San Sebastiano un unico percorso esteticamente e architettonicamente ordinato, più fruibile per i pedoni, regolarizzando anche i parcheggi lungo la via. I lavori, che ovviamente hanno comportato qualche disagio, hanno suscitato qualche critica soprattutto per quanto riguarda i parcheggi. A questo proposito desidero precisare che i lavori sono stati particolarmente complessi, perché, oltre al marciapiede, sono state effettuate opere di risistemazione dei cosiddetti sotto servizi degli Enti (Enel, Smat, Italgas, Telecom, Enel Sole illuminazione pubblica), che naturalmente erano stati avvisati per tempo e prima di iniziare i lavori al fine di evitare ulteriori future interruzioni del traffico. Alcuni interventi erano stati preventivati, altri sono sorti in corso d’opera per problemi riscontrati nel sottosuolo. E’ indubbio che ci sia stato del disagio, normale quando si fanno questi tipi di interventi, ma si sono sempre garantiti il passaggio pedonale e l’apertura serale, fatta eccezione nei giorni della costruzione dei due dossi dove si è necessariamente chiuso il passaggio veicolare. Inoltre i parcheggi in centro paese, in via Barra ed in via Gibellini e sul Rivass hanno sempre consentito di raggiungere a piedi il tratto chiuso di via Umberto I in pochi minuti.

Un’altra importante iniziativa è rappresentata dalla creazione della APP sulla sicurezza di cui trovate le istruzioni a pag.… La APP personalizzata preparata per il Comune di Pecetto e coordinata dal comandante Calò, permetterà non solo di segnalare eventuali abusi al 112 e alla Polizia Locale ma di dare numerose informazioni sulla normativa vigente, sui diritti delle persone oggetto di atti di violenza e darà consigli su come tutelarsi contro truffe o violenze soprattutto agli anziani e alle donne. 
A ottobre è entrato in funzione lo Scout Speed uno strumento che, montato su un’auto della Polizia Municipale, non solo rileva il superamento della velocità consentita o il parcheggio selvaggio, ma soprattutto individua le targhe delle auto rubate o clonate, controlla la regolarità dell’assicurazione RCA e della revisione del veicolo, dando un notevole contributo al controllo e alla tutela della sicurezza del territorio. 
Molti cittadini chiedono, per far ridurre la velocità, l’istallazione di dossi, ricordo che possiamo installarli solo nelle strade comunali ed infatti alcuni sono stati già realizzati (6 in Via Umberto, 2 in via Mogna e 2 in via Circonvallazione nel tratto comunale, ecc.) mentre altri sono già previsti compatibilmente con i costi e i vincoli di bilancio. Ricordo che la maggior parte delle principali strade nel nostro territorio (Chieri, Valle San Pietro, Virana, Rosero, Valle Sauglio, Revigliasco ed Eremo) sono ex provinciali (ora appartenenti alla Città Metropolitana) e pertanto in tali strade non potremo realizzare interventi, così come nel tratto di strada dal Colle della Maddalena a Pino Torinese e nel tratto dissestato tra la rotonda dell’Eremo e il piazzale che sono di proprietà della Città di Torino.
Le nostre strade sono pericolose, occorre essere prudenti per noi ma soprattutto per gli altri, e ritengo sia uno dei principali compiti di un amministratore quello di fare in modo che, nel proprio territorio, i cittadini, in questo caso gli automobilisti, rispettino le norme esistenti e si comportino correttamente. 

Sono pienamente d’accordo con il Comandante della Polizia Locale quando ha affermato: «La normativa consente di effettuare rilevamenti selettivi e di escludere le sanzioni meno gravi: noi lo faremo. Così non ci saranno vittime dei 51 km all’ora e non si potrà dire che il Comune vuole solo fare cassa». E ancora: «I soldi delle multe non finanziano oscure e misteriose finalità, ma servono per migliorare la segnaletica, le strade e la sicurezza stradale in genere».

Credo sia stato importante avere dato alcune importanti informazioni e fatto un po’ di chiarezza su tematiche che hanno comportato illazioni e critiche che ritengo del tutto infondate ed immeritate. Oggi il nostro paese è ancora più bello e più sicuro ed in futuro cercheremo sempre di migliorare questi aspetti.

Infine informo che sono arrivati nella seconda metà di novembre alcuni ragazzi africani, immigrati e richiedenti asilo, che sono dovuti fuggire dai loro paesi perché o in guerra o perseguitati: troverete su questo tema maggiori informazioni all’interno del giornale insieme a tutti gli altri articoli che, con la consueta trasparenza, evidenziano quanto realizzato in questo semestre. Sono certo che Pecetto saprà accoglierli nel migliore dei modi.

Auspichiamo che il 2016 porti maggior serenità non solo a Pecetto ma a tutto il mondo, che in questi ultimi anni, oltre al perdurare di una terribile crisi economica, ha visto acuirsi in modo tragico il terrorismo e le guerre: non dobbiamo però chiuderci in noi stessi ma accogliere chi è in difficoltà per dare un piccolo contributo per limitare le situazioni di disagio.
Auguro a tutti un futuro migliore e buone feste di Natale e un Buon Anno.



Interventi del Sindaco

Powered by: Studio Menozzi